Climatizzatore a muro senza unità esterna: i vantaggi - Blog | Tekno Point

Da diversi anni è disponibile sul mercato il climatizzatore a muro senza unità esterna.
I vantaggi
di questa soluzione, rispetto ai modelli che montano il motore esterno, riguardano l’estetica, il comfort e l’efficienza energetica. Il condizionatore diventa invisibile e permette di portare l’aria condizionata anche in tutte quelle situazioni in cui gli spazi a disposizione sono ridotti o le normative comunali e i regolamenti condominiali ne impediscono l’installazione per tutelare il decoro architettonico. Scopriamo insieme come funziona il climatizzatore a muro senza unità esterna, i vantaggi e le situazioni dove conviene installarlo.

Vantaggi estetici

Installando un climatizzatore a muro senza unità esterna i vantaggi sono prima di tutto estetici. Questa soluzione è praticamente invisibile.
Fuori dell’edificio sono presenti solo due piccole griglie del diametro di 2 cm: servono a prelevare l’aria necessaria al corretto funzionamento e possono anche essere colorate per massimizzare l’integrazione architettonica.
Nei modelli di condizionatori a muro senza unità esterna che funzionano ad acqua, come IDRA Next monosplit o multisplit, non ci sono nemmeno questi fori di uscita e sono perciò totalmente nascosti alla vista.
Questi prodotti permettono di risolvere tutti i problemi di installazione dell’aria condizionata negli edifici storici soggetti a vincoli architettonici: non rovinano l’aspetto della facciata e sono compatibili con le normative vigenti.
Grazie all’impatto visivo praticamente nullo il climatizzatore a muro senza unità esterna è adatto ad essere montato anche in condomini che adottano regolamenti particolarmente restrittivi in merito al decoro, dove non è possibile installare i motori all’esterno, e nei contesti paesaggistici tutelati di particolare pregio e bellezza.

Vantaggi pratici

Nel caso di una installazione ai piani alti di un climatizzatore a muro senza unità esterna i vantaggi estetici diventano anche pratici.
Non è necessario ricorrere a ponteggi o gru per montare i motori del condizionatore sulla facciata.
I condizionatori a muro senza unità esterna vengono collocati all’interno, quindi non fa differenza se ci si trova al primo o al decimo piano. I dispositivi motocondensanti di solito vengono installati in locali di sevizio, sottotetti, garage o lavanderie.
Come i sistemi tradizionali per l’aria condizionata, il climatizzatore a muro senza unità esterna può essere poi abbinato a:

  • split a muro,
  • cassetta a 4 vie,
  • consolle,
  • unità canalizzata.

I prodotti per la climatizzazione Tekno Point sono di ultima generazione: dotati di elettronica inverter, adottano soluzioni e tecnologie innovative a risparmio energetico. In particolare i modelli IDRA Next monosplit e multisplit sono in classe A++.

Vantaggi acustici

Nel climatizzatore a muro senza unità esterna i vantaggi estetici si accompagnano ad una maggiore silenziosità.
Dato che il motore è installato all’interno dell’edificio, è necessario ridurre al minimo la rumorosità di questi dispositivi in modo da offrire non solo il beneficio dell’aria condizionata ma anche un comfort acustico adeguato. Il dispositivo motocondensante normalmente viene collocato in ambienti appartati, come locali tecnici, sottotetti e garage, e viene costruito con componenti che assorbono il rumore.
Prestazioni elevate di silenziosità si raggiungono in special modo con i modelli ad acqua.
Il climatizzatore a muro senza unità esterna della linea IDRA Next arriva a contenere la pressione sonora a soli 41 db (A) che possono essere ulteriormente silenziati di altri 5 db (A) con un kit opzionale. In sostanza è come avere un frigorifero in funzione.

Come funzionano i climatizzatori senza unità esterna?

Il principio di funzionamento dei condizionatori senza unità esterna è lo stesso dei classici climatizzatori dotati di un motore esterno. Si compongono di un circuito all’interno del quale scorre il fluido refrigerante, di un compressore, di due scambiatori di calore e di un diffusore. Nei prodotti tradizionali il circuito refrigerante, il compressore e gli scambiatori di calore sono collocati fuori dell’edificio mentre dentro è posta l’unità interna che raffresca o riscalda.
Nei condizionatori a muro senza unità esterna, invece, tutti i componenti si trovano all’interno. Il dispositivo motocondensante viene installato dentro l’edificio e, grazie a speciali ventilatori centrifughi, aspira dall’esterno l’aria che serve per il corretto funzionamento e per lo scambio termico. I condizionatori senza unità esterna come funzionano ad aria possono funzionare anche ad acqua. In questo caso vengono installati sempre all’interno degli immobili, vengono collegati all’impianto idrico e usano l’acqua per raffreddare l’aria.
Scopri la gamma completa dei climatizzatori a muro senza unità esterna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *