Scegli ora i condizionatori fissi senza unità esterna e anticipa l'estate

La primavera è il momento giusto per scegliere i condizionatori fissi senza unità esterna, decidendo con calma e valutando la soluzione più adatta alle proprie esigenze. In questo momento dell’anno le temperature cominciano a risalire, ma non sono ancora insopportabili come in estate.
Per ora l’aria condizionata non è necessaria per rendere confortevoli le case e gli uffici. Tuttavia rimandare ulteriormente la scelta significa trovarsi all’ultimo minuto, quando il caldo è già scoppiato e tutti richiedono l’installazione dei climatizzatori. E’ sicuramente meglio anticipare l’estate ed essere pronti ad affrontare i mesi torridi con i condizionatori fissi senza unità esterna già montati.

Per l’estate in città

Le città stanno diventano sempre più calde e i condizionatori senza unità esterna sono fondamentali per mantenere una qualità della vita accettabile in questi contesti. Il riscaldamento globale è una causa dell’innalzamento delle temperature, ma nei centri urbani il fenomeno è accentuato dalle cosiddette isole di calore. Qui si concentrano un gran numero di edifici, industrie e strade trafficate che emettono calore e lo assorbono, senza riuscire a scaricarlo. I materiali impiegati nelle costruzioni, come il cemento e l’asfalto, si surriscaldano e la mancanza di aree verdi non permette di dissipare le eccessive temperature. Anche il vento non riesce a passare perché viene bloccato dagli edifici più alti che impediscono il ricambio dell’aria. Più caldo fa, più è necessario ricorrere all’uso dei condizionatori fissi senza unità esterna.

Condizionatori fissi senza unità esterna per gli edifici storici

Nei centri urbani i condizionatori senza unità esterna permettono di risolvere anche il problema del decoro architettonico. Le normative nazionali, con l’aggiunta dei regolamenti comunali e condominiali, impediscono in molte situazioni l’installazione dei tradizionali impianti per l’aria condizionata perché rovinano l’estetica degli edifici. I normali condizionatori, a differenza dei climatizzatori senza unità esterna, necessitano per il loro funzionamento di motori esterni, montati a vista sulle facciate. La loro installazione è impedita da vincoli architettonici che trovano applicazione in modo particolare proprio nelle aree urbane, dove in estate si raggiungono le temperature più roventi. Per consentire a chi vive in città di poter godere di un clima confortevole in ogni stagione dell’anno senza danneggiare l’aspetto dei palazzi storici e di pregio sono nati i condizionatori fissi senza unità esterna. La loro caratteristica principale è quella di non avere i motori all’esterno.

Come funzionano?

I condizionatori senza unità esterna funzionano allo stesso modo di un tradizionale climatizzatore. La differenza è che non sono composti da una unità esterna (il motore) e una unità interna (lo split) per la diffusione dell’aria condizionata. Nei condizionatori d’aria fissi senza unità esterna tutti i componenti si trovano all’interno dell’edificio: il dispositivo motocondensante viene installato dentro ad una stanza. Grazie alle dimensioni compatte, può essere facilmente collocato in locali tecnici, come lavanderie, garage o sottotetti, ma può essere posizionato anche all’interno di una qualsiasi stanza, magari incassato in un finto mobile. La componentistica e il funzionamento dei condizionatori d’aria fissi senza unità esterna sono stati progettati per ridurre al minimo la rumorosità e funzionare regolarmente senza creare disturbo.

La gamma dei condizionatori senza unità esterna

Ci sono due tipi di condizionatori fissi senza unità esterna: i climatizzatori con sistema aria aria o con sistema acqua aria. I modelli del primo tipo, come quelli della linea ELFO di Tekno Point, sono dotati di speciali ventilatori che prelevano dall’esterno l’aria necessaria per il corretto funzionamento. La loro installazione prevede solamente la realizzazione di due fori sulla parete, che possono essere mimetizzati usando delle griglie colorate nella stessa tinta della facciata dell’edificio.
I condizionatori senza unità esterna ad acqua, come quelli della linea IDRA next, invece vengono collegati al normale impianto idrico presente nelle abitazioni e negli uffici. E’ una soluzione completamente invisibile: all’esterno non presenta nessun motore, nessun foro e nessuna griglia. Per realizzare lo scambio termico che serve per produrre l’aria condizionata viene impiegata l’acqua. Questi climatizzatori fissi senza unità esterna sono estremamente efficienti. Si distinguono per funzionare con il più basso utilizzo di acqua della loro categoria.
Scopri la gamma completa dei condizionatori fissi senza unità esterna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *